10 motivi per non uscire con un patito di musica.

10 motivi per cui non uscire con un patito di musica
Photo Credit: Katrin Rodegast

Dieci giorni fa stavo parlando con Morena, una delle mie più care amiche nonché nota illustratrice, dei tratti comuni che hanno persone con una determinata passione. Proprio da questa riflessione, qualche giorno prima, ne aveva tratto un post ironico e divertente. Ispirata dalla conversazione, ho cominciato a pensare alle caratteristiche che contraddistinguono i giornalisti di musica. In un secondo momento, però, ho capito che non occorre essere dei giornalisti musicali per fare delle sette note la propria ragione di vita. Ne è uscito una lista di particolarità che fa sembrare ogni appassionato di musica un simpatico essere pazzoide.

Ho pensato, quindi, di stilare le situazioni in cui puoi trovarti se ti ritrovi per le mani un soggettino innamorato perso della musica. Poi non dire che non ti avevo avvisato 🙂

10 motivi per non uscire con un patito di musica

  1. Sappi che il suo giudizio su di te sarà FORTEMENTE condizionato dalla musica di sottofondo del posto in cui lo/la porterai per il vostro primo appuntamento.
  2. Ogni tanto ti porrà una domanda trabocchetto, tipo “chi è questo che canta?”. Se sei fortunato e passi l’esame bene, altrimenti ti toccherà una ramanzina tipo “Ma nooo, come fai a confondere i Queen con gli Abba?”.
  3. Se ci tiene veramente a te, dopo questo episodio si impegnerà nel compito di costruirti un bagaglio musicale. Preparati, prenderà questa missione più seriamente di Sailor Moon alle prese con la salvaguardia del pianeta Terra. Poco alla volta ti comprerà quelli che, secondo lui/lei, sono le 10 pietre miliari nella storia della musica. E anche se non capisci di chi e cosa stia parlando, non puoi far altro che prendere e intascare.
  4. Se ti chiede di andare al cinema, 90 volte su 100 lo fa perché sa che la colonna sonora è stupenda e non vede l’ora di ascoltarla con le sue orecchie.
  5. Quando tu e lui/lei siete in un negozio di dischi, si aprono due scenari possibili. Nel primo, ogni qualvolta incappa in una chitarra, basso o batteria, ti guarderà con occhi lucidi dicendoti “Lo voglio anch’io!“; nel secondo, ti farà passare ore interminabili nel reparto dischi, controllando che siano disposti tutti in rigoroso ordine di alfabeto e genere musicale.
  6. Potrebbe capitare anche che, mentre siete sul divano a guardare una trasmissione, un amico lo/la chiami per fargli un quesito alla Sarabandaho in mente una canzone, ma non so quale, mi aiuti?“. Sappi  che, da quel momento in poi, puoi anche annunciare di aver vinto la lotteria ma il tuo messaggio passerà inosservato.
  7. Se doveste prendere casa insieme, sappi che dedicherà una parete intera per la sua collezione di dischi e l’impianto stereo.
  8. Mentre le altre persone spendono in libri, borse, scarpe e abiti, ogni centesimo del suo portafoglio sarà dedicato all’acquisto di un disco. E ti guarderà dicendoti “era in offerta a 4,99 euro. E poi, dai, mi mancava solo questo alla collezione“.
  9. Ha sicuramente uno strumento musicale in casa – anche cinque o sei, se è fuso/a – e si esibirà in piccole jam session, se dotato di una certa bravura. Se invece è negato, non lo sentirai mai strimpellare o canticchiare, nemmeno sotto tortura. Tutto ciò perché ha troppo rispetto per la musica.
  10. Se guarda talent o altre trasmissioni musicali in cui vengono eseguite cover famose, preparati a scene simili: “quello lì deve uscire! Si è permesso di rovinarmi la canzone dei Depeche Mode. Come diavolo osa?”. Prendendola sul personale.

 

Se superi tutte queste situazioni indenne, complimenti: la tua salute mentale è di ferro. Se, invece, sei anche tu un patito di musica, ti invito a lasciare un commento qui sotto. Chissà, magari ci sono altre simpatiche  stranezze da far conoscere al mondo.

10 motivi per non uscire con un patito di musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.