Sanremo 2015: il Grande Volo

Sanremo 2015 Samantah Crsitoforetti a Sanremo
Mentre il microfono galleggia a mezz’aria il moroso dichiara tutto convinto

– Da grande voglio fare l’astronauta
– Ma se hai paura anche solo a prendere l’aereo?
– Dannazione!

Non ho ancora capito cosa gli piaccia del festival, pare un bambino che lo guarda la prima volta. Come in effetti è, giura lui. E continua a fare domande, a chiedere chi è questo, chi è quello, perché c’è Crozza sul palco e non glielo ho detto.

– No caro, non è Crozza
– Dici che è l’originale!?

Eh già, caro il mio Capitan America, il Viperetta è proprio quello vero. E, grazie a lui, Sanremo 2015 ritrova una sua vena comica. Massimo Ferrero, il presidente della Sampdoria, calca il palco come un vero mattatore. Ironico, sopratutto autoironico, regala una maglietta della Samp a Conti, ne prende il posto, e inizia a cantare Una Vita Spericolata. Siani e Pintus dovrebbero prendere appunti. E anche tutto il cast di Forte Forte Forte.

Mandrake a Sanremo 2015
A sorpresa appare anche Mandrake

La musica, c’è. Era facile portare a casa la serata. Sul palco sfilano i big, ognuno con una cover. La migliore, “Se telefonando” di Mina interpretata da Nek, vince facilmente la competizione delle cover. Ma anche Annalisa e Malika Ayane offrono delle ottime performance. Ma di questo ne ho già parlato, stanotte, con Silvia su Teatro.it

Oggi, venerdì, ricomincia l’ambaradan. La conferenza stampa, ancora, con Conti, l’intervista alla Tatangelo e poi di nuovo la serata. E il voto. Già, perché stasera voto anch’io, per il premio della critica. Poi dico meglio, adesso arriva Il Volo, e tocca lavorare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.