I Venti Passi – Giorno 11 – 5 motivi per cui è impossibile vivere senza musica

Vivere senza musica? E’ impossibile! Se potessi riassumere parafrasando uno slogan pubblicitario, il risultato sarebbe “Toglietemi tutto ma non la mia musica”. Questa semi-citazione dello spot di una nota marca di orologi e gioielli riassume quanto sia importante la musica. Il perché è presto detto: come tutte le forme d’arte, le sette note non sono solo una passione e una forma di intrattenimento ma aiutano anche – o soprattutto – ad affrontare la vita di tutti i giorni. Riflettendo a lungo, ho isolato alcune funzioni fondamentali che la musica esercita su di me e, credo, anche sugli altri.

La musica ti ricarica

batteries-1379208_1280
Alle scuole superiori il mio professore di matematica criticava coloro che avevano perennemente gli auricolari nelle orecchie, anche al di fuori dell’orario scolastico. All’epoca mi sembrava una critica bislacca ma non avevo argomentazioni. Crescendo ho capito che se ami la musica (e forse sei un po’ introverso), uscire con le cuffiette non è segno di asocialità, bensì è un modo per mantenere il contatto con il nostro mondo interno e ricaricarci per affrontare al meglio la giornata.

La musica facilita il sonno

sleeping-690429_1280

Questa è un’esperienza esclusivamente personale ma vorrei raccontarla perché spero che possa essere utile. Per molti anni ho sofferto di insonnia cronica. Anzi no, chiamiamola col suo vero nome: era clinofobia, ovvero paura di addormentarsi. Tralasciando il fatto che dall’esterno sembra una fobia assurda, ho notato che l’unico rimedio era mettermi le cuffiette e perdermi tra le mie canzoni preferite. La musica, col suo potere rilassante, fa sì che il corpo si distenda e, come conseguenza naturale, si riesce a prender sonno più naturalmente. E se lo dice una che aveva la fobia di addormentarsi…

La musica ti risolleva l’umore

La nostra vita quotidiana è piena di motivi di stress: lavoro, casa, salute, tutte queste cose, quando ci preoccupano, sono in grado di condizionare il nostro umore, aumentando in misura esponenziale la frustrazione e l’infelicità che alberga in noi. Ascoltare la canzone giusta al momento giusto, invece, è una sorta di antidepressivo naturale.

La musica ti motiva

vivere senza musica
Che tu stia facendo ginnastica o debba svolgere un’attività impegnativa e ardua, ascoltare musica apporta un boost fisico e mentale che fortifica la tua motivazione e, allo stesso tempo, la tua autostima. Insomma, una sorta di allenamento fisico e mentale che sortisce solo effetti benefici.

La musica favorisce la concentrazione

focus
Ok, questa sembrerà una castroneria, letta così, ma so per certo che la musica funziona davvero quando devi concentrarti in vista di una sessione di studio, una relazione da compilare per il tuo capo o un processo creativo: il silenzio, a volte, riesce a distrarre più facilmente. Come faccio a saperlo? Sempre grazie al mio professore di matematica. Nonostante sia stata una studentessa con risultati più che buoni, quando vedevo il foglio bianco da compilare per le verifiche di matematica ero sempre un disastro. Un giorno il mio professore mi prese da parte, chiedendomi perché non riuscissi a portare a termine nemmeno un compito in classe, e gli dissi che mi prendeva il panico. Lui allora mi diede un consiglio che non ho più abbandonato: ascoltare musica classica durante lo studio di una materia complessa e prima di una verifica o di qualsiasi altra cosa che ci agita, ha un effetto distensivo e consente la concentrazione. Non ti sto dicendo di ascoltare sempre e comunque musica classica, ma di individuare una playlist di canzoni che hanno su di te un effetto rilassante: poco importa se si tratta di una canzone thrash metal, un brano hip-hop o una traccia ambient, la cosa fondamentale è che ti faccia rilassare. Gli effetti della musica sulla creatività in generale, poi, sono non pochi. Ma di questo parlerò prossimamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.